27-11-2020

Carissimo Lello, stamane ho vissuto un triste risveglio con la notizia, che mi hai comunicato, della scomparsa del Maestro Pino Cesaro. Ne sono profondamente colpito  e partecipo, con sincero cordoglio, al grande dolore della famiglia, della moglie e dei figli, nonché dell'intera comunità santagatese e massese. Sant'Agata e Massa Lubrense perdono, con lui,  un faro di luce e di vita, una guida morale e spirituale dei giovani, un centro propulsore di iniziative culturali, religiose, teatrali e sociali, di grande rilevanza e significato per la crescita della collettività. Ci lascia, interdetti e dolenti, un genio del luogo e del nostro tempo, un tempo non vissuto invano, per continuare a risplendere nella luce eterna del Dio dell'Amore e della Misericordia, che tutti ci accoglie.  Nelle occasioni di incontro nell'arciconfraternita, di cui mi sento gratificato di appartenere come confratello onorario  e delle quali mantengo un sempre vivido ricordo, ho avuto modo di apprezzare anche il suo profilo umano, il garbo, la signorilità, la squisita cortesia e, principalmente, la sua sensibilità umana ed artistica. Ti prego di portare, per me, un fiore sulla sua tomba, accompagnato dai miei sentimenti di memore gratitudine, di sincera amicizia e di imperitura ammirazione. E quando le drammatiche condizioni del presente lo consentiranno, in un prossimo futuro, desidererei partecipare ad un evento che ne celebri e ne perpetui il ricordo di uomo, di cittadino, di artista, di galantuomo e di benefattore,

RAFFAELE LAURO                                       
ROMA, 26 NOVEMBRE 2020



Scarica la notizia in pdf