I Lauro, da Sorrento nel mondo: lo ricorda l’evento “Aniello Lauro e Lugano: 40 anni d’amore”

02-10-2018

Così simili, così diversi, entrambi a proprio modo giganti nel loro emergere e raggiungere le vette più alte, ognuno nel suo campo, entrambi, fratelli, partiti da Sorrento: sto parlando di Raffaele e Aniello Lauro, quest’ultimo, prematuramente scomparso, a 68 anni, a Lugano (Svizzera), la più grande città di lingua italiana al di fuori del territorio della Repubblica Italiana, il 26 febbraio 2008. Il grande Raffaele onorerà la memoria dell’amato fratello, nel decennale della scomparsa, con una solenne cerimonia pubblica, il 24 novembre 2018, a Lugano, dove Aniello ha vissuto per quarant’anni. Il raffinato pubblico tributo sarà rinnovato a Sorrento nel 2019. Sarà stato un DNA di fattura “magica” derivato dall’alchimia dei cromosomi dei loro genitori, i compianti Luigi e Angela Aiello, ma fatto sta che entrambi i fratelli hanno disegnato una parabola di vita unica più che rara, accomunati, nei loro splendenti percorsi, dalle medesime doti non comuni di energia, creatività, intelligenza e capacità comunicative. Raffaele Lauro, tre lauree all’attivo (Scienze Politiche, Giurisprudenza, Economia), ha ricoperto i ruoli di scrittore, giornalista, saggista, sceneggiatore, autore, regista, librettista, docente al liceo e universitario, amministratore della “cosa pubblica” prima a Sorrento, poi con cariche sensibili al Ministero delle poste e delle telecomunicazioni, al Ministero delle Finanze, al Ministero dell’Interno, al Ministero delle Attività Produttive, Commissario Straordinario del Governo per il Coordinamento delle iniziative anti-racket e anti-usura e infine Senatore della Repubblica. Aniello Lauro, personalità di assoluto rilievo del management alberghiero internazionale (The Leading Hôtels of The World), è stato Direttore Generale del Grand Hôtel Splendide Royal di Lugano, nonché mitico e indimenticabile animatore della vita sociale, culturale ed economica della città. Maestro impagabile di quella che definiva “l’arte dell’ospitalità e dell’accoglienza”, Aniello Lauro, con la sua consolidata professionalità, straordinaria creatività, indefesso impegno, è stato emblema di quanti, general manager di alberghi di prestigio, garantiscono la più alta qualità dei servizi negli alberghi di lusso del Mondo. La storia esemplare di quest’uomo è stata narrata nella biografia scritta da Raffaele Lauro, dal titolo “Cossiga Suite”, con prefazione di Francesco Cossiga, compianto ex-presidente della Repubblica Italiana, amico stretto dello scomparso e innamorato di Lugano. L’evento commemorativo del 24 novembre si terrà, con il Patrocinio della Città di Lugano e in collaborazione con il Polo Culturale LAC (Lugano Arte Cultura), alle ore 18.00, presso la prestigiosa sede del LAC. L’evento presenta un nutrito programma che sarà articolato in due mostre storiche, una fotografica e una pittorica, cui seguirà la presentazione ufficiale della biografia del manager di origini sorrentine “Cossiga Suite”. La mostra fotografica testimonierà il percorso professionale di Aniello Lauro, a Lugano, dal 1965 al 2008, e le sue prestigiose amicizie internazionali, attraverso una straordinaria galleria di immagini con personalità delle istituzioni, della politica, dell’economia, della finanza, dell’arte, dello spettacolo e, in particolare, della lirica, passione da lui coltivata, insieme con l’arte pittorica. La mostra dei quadri documenterà l’amore di Aniello Lauro per la pittura, ispirato dal barone Hans Heinrich Thyssen-Bornemisza e alimentato dall’amicizia con il grande collezionista d’arte. La manifestazione di tributo sarà inaugurata dall’onorevole Marco Borradori, Sindaco di Lugano, alla presenza del Sindaco di Sorrento, avvocato Giuseppe Cuomo, e dell’onorevole Roberto Badaracco, Responsabile del Dicastero cultura, sport, eventi. Le mostre resteranno aperte al pubblico dei visitatori, con accesso gratuito, anche domenica 25 novembre, dalle 10,00 alle 12,00. Seguiranno, dopo i saluti delle autorità, le testimonianze degli amici e la proiezione di una video-sintesi delle interviste radiotelevisive rilasciate negli anni dal protagonista e la presentazione della biografia, con autorevoli relatori. Uno speciale dedicato all’evento, in inglese e in italiano, curato dal magazine svizzero “Excellence Magazine Luxury”, sarà distribuito agli invitati a ricordo della commemorazione. Le manifestazioni verranno concluse con un ricevimento per gli ospiti provenienti da tutto il mondo. Il tributo sarà ripetuto, nel 2019, a Sorrento, terra di origine e di formazione di Lauro, emblema dell’arte dell’accoglienza, con il Patrocinio della Città di Sorrento. Il ricordo della figura di Aniello Lauro, quindi, collegherà idealmente due tra le più famose mete del turismo mondiale.

Carlo Alfaro

Back to Top